Referti di laboratorio inviati per posta elettronica.

  •   
  • L’Asm di Matera ha avviato un nuovo servizio gratuito, a richiesta dell’utente, di distribuzione dei referti di analisi di laboratorio attraverso un indirizzo di posta elettronica.
  •  

    L’Asm di Matera ha avviato un nuovo servizio gratuito, a richiesta dell’utente, di distribuzione dei referti di analisi di laboratorio attraverso un indirizzo di posta elettronica.

    Il servizio offre l’opportunità di ricevere il referto dei propri esami, eseguiti presso l’unità operativa complessa “Patologia Clinica e Diagnosi di Laboratorio”, attraverso la posta elettronica o presso un qualsiasi sportello CUP/Referti che è presente sul territorio dell’Azienda Sanitaria. La scelta della modalità di ricezione o di ritiro del referto viene acquisita dagli operatori al momento della presentazione e registrazione allo sportello CUP della richiesta per effettuare gli esami di Laboratorio. E’ possibile fornire anche la e-mail del proprio medico curante, se quest’ultimo ha espresso il proprio assenso.

    Le modalità con cui si concretizza il servizio sono le seguenti:
    1) l’operatore CUP acquisisce la richiesta dell’utente, stampa il foglio di consenso e rilascia il promemoria con le credenziali utili alla consultazione del referto;
    2) l’utente: a) riceve l’e-mail con l’avviso della disponibilità del referto e con il link di accesso allo stesso. b) accede al link trascritto nella mail e inserisce la parola chiave rilasciata alla prenotazione. c) visualizza il suo referto e seguendo le indicazioni lo stampa o lo salva.

    E’ una modalità estremamente semplice e sicura e farà risparmierà inutili attese e perdita di tempo per ritirare gli esiti degli esami. Il dr. Eustachio Vitullo, coordinatore dei laboratori analisi aziendali, ha dichiarato: “si tratta della realizzazione del progetto unico logico che tende ad assicurare la omogenità del servizio di diagnostica di laboratorio, aumentandone l’efficacia e la prossimità all’utente. E’ di un lavoro di squadra realizzato grazie al coinvolgimento dei servizi informativi aziendali e degli operatori del distretto.”

Pubblicato il lunedì 24 novembre 2014
Aggiornato il lunedì 24 novembre 2014
Risultato
  • 3
(2243 valutazioni)