Progetto “Progetto azienda e persone in movimento”. Palestra aziendale.

  •   
  • Il progetto Azienda e Persone in Movimento che prende l’avvio sperimentale a Matera e sarà attivato anche a Policoro nel corso dell’anno 2015, è volto a promuovere l’educazione posturale, il movimento fisico, il benessere ed il miglioramento dello stile di vita dei dipendenti della ASM di Matera
  • Il progetto Azienda e Persone in Movimento che prende l’avvio sperimentale a Matera e sarà  attivato anche a Policoro nel corso dell’anno 2015,  è volto a promuovere l’educazione posturale, il movimento fisico, il benessere ed il miglioramento dello stile di vita dei dipendenti della ASM di Matera.

     

    Il progetto attivato dal CUG (comitato unico di garanzia),  in collaborazione con l’Unità Operativa Complessa di Medicina Fisica e Riabilitazione della ASM, è destinato al personale dipendente. L’attività sarà articolata in una serie di incontri  esperienziali condotti dai Fisioterapisti del Presidio Ospedaliero “Madonna delle Grazie” di Matera. L’obiettivo è l’educazione al movimento per  prevenire  patologie muscoloscheletriche che “...sono assai diffusi tra lavoratrici e lavoratori e costituiscono una tra le cause più frequenti di assenza per malattia in molte attività lavorative che prevedono posture fisse e spostamento dei carichi”.

            Gli incontri di educazione al movimento  saranno svolti  presso le palestre dell’U.O. Fisiatria del P.O. di Matera al termine del normale impegno lavorativo.

           A conclusione della fase sperimentale, valutati i risultati,  il Comitato Unico di Garanzia  potrà proporre alla Direzione Strategica della ASM il prosieguo o meno dell’attività.

           Il Direttore Generale, dott.  Rocco Maglietta ha fatto propria la proposta del CUG  convinto che: “La realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e di contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici permette di  favorire e  migliorare l'efficacia delle prestazioni lavorative.Gli interventi volti a favorire la conciliazione vita e lavoro aumentano il benessere e la soddisfazione dei dipendente che unitamente al loro benessere, è una delle leve critiche per aumentare la produttività delle pubbliche amministrazioni: maggiore benessere = maggiore fidelizzazione = maggiore produttività”.

    La Presidente del CUG aziendale dott.ssa Maria Bubbico, nel dare attuazione a uno degli obiettivi del Piano triennale di Azioni Positive della ASM 2013/2015, ritiene che la Palestra aziendale rientri nel  welfare aziendale integrativo, o work-life balance, detto anche conciliazione famiglia-lavoro e può rappresentare una buona pratica per migliorare le "relazioni aziendali" e  il "coinvolgimento" dei lavoratori e indirettamente  la qualità delle prestazioni e la produttività. 

    Tiziano Treu ex Ministro del Lavoro, giuslavorista e autore del libro “Welfare Aziendale- Migliorare la produttività ed il Benessere dei dipendenti” sostiene: “Mettete una palestra e una mensa in Azienda e dopo cinque anni vedrete che risultati…..”.

Pubblicato il giovedì 2 ottobre 2014
La data è riferita alla creazione della seguente pagina.
Aggiornato il giovedì 2 ottobre 2014
La data riferita all'aggiornamento della presente pagina non esaurisce
l'aggiornamento dei singoli record a cui accede,
che hanno dinamiche autonome.
Risultato
  • 3
(2269 valutazioni)