Unità Operativa Complessa "Ostetricia e Ginecologia ASM"

 

Responsabile
della struttura
Direttore Dr. Giuseppe Trojano
Dove si trova 3° Piano - Corpo A - Ambulatori
4° Piano - Corpo A - Sala parto
Presidio Ospedaliero "Madonna delle Grazie" Contrada Cattedra Ambulante - Matera
Telefono 0835/253322
e-mail  

 

Chi siamo

Ruolo Nome e cognome
Direttore - Dirigente Medico dr. Giuseppe Trojano
 Dirigente Medico dr. Nicola De Frenza
Dirigente Medico dr. Vito Aicale
Dirigente Medico dr. Nicola Carlucci
Dirigente Medico dr. Massimo De Frenza
Dirigente Medico dr. Emanuele Divincenzo
Dirigente Medico dr. Vito Guida
Dirigente Medico dr. Fernando Linsalata
Dirigente Medico dr. Giovanni Magnifico
UOSD "Ecografia Ostetrico-Ginecologica" - Dirigente Medico dr. Silvio Nicoletti
UOSD " Endoscopia Ginecologica e Fisiopatologia Riproduzione" - Dirigente Medico dr.ssa Maristella Panetta
US "Gravidanza a rischio ed emergenza ostetrica"- Dirigente Medico dr. Paolo Panetta
Dirigente Medico dr. Francesco Tamburrino
Posizione Organizzativa - " Area Materno Infantile ASM" sig. Angelo Stano
Coordinatrice reparto Ginecologia inf. AFD sig.ra Giulia Cifarelli
Coordinatrice reparto Ostetricia sig.ra Concetta Quintano


Contatti

Sede Referente Telefono
Sede Ospedaliera sig. Giulia Cifarelli - coord. Rep. Ginecologia 0835/253322
Sede Ospedaliera Coordinatrice ambulatori 0835/253245

 

Orari di apertura del servizio:

La struttura è attiva H24; la turnazione del personale medico ed infermieristico avviene su tre turni; la visita pazienti con le operazioni connesse avviene, di norma, tra le ore 8.30 e le ore 10.30

 

Attività:

Attività di urgenza-emergenza e di supporto al Pronto Soccorso generale

  • Attività di Sala Travaglio-parto
  • Attività di degenza ostetrica
  • Attività di degenza ginecologica
  • Attività ambulatoriale

 

Prestazioni e servizi:

Attività di urgenza-emergenza e di supporto al Pronto Soccorso generale.

Si articola attraverso:

  • visite specialistiche ostetrico-ginecologiche
  • attività  di diagnostica ecografica d’urgenza specialistica
  • monitoraggio strumentale del benessere fetale
  • diagnostica per immagini e di laboratorio (in collaborazione con gli altri  servizi ospedalieri)
  • attività di consulenza integrata (in collaborazione con gli specialisti delle altre discipline)

 

Modalità d’accesso al servizio:

  • diretto per patologie di competenza specialistica ostetrico-ginecologica aventi carattere d’urgenza
  • con invio dal Pronto Soccorso generale per attività di consulenza in rapporto ad altre patologie con caratteristiche d’urgenza

L’accesso è regolato con triage infermieristico.

 

Attività di Sala Travaglio-parto:

Modalità d’accesso:

  • diretta dal Pronto Soccorso specialistico in caso di travaglio e parto imminente
  • programmata attraverso l’attività ambulatoriale divisionale in regime non d’urgenza

 

Attività di degenza ostetrica:

È rivolta all’assistenza di gestanti affette da patologie riguardanti la madre o il feto, nonché a quella delle pazienti con gravidanza fisiologica che abbiano  partorito presso  l’Ospedale “Madonna delle Grazie”.

Modalità d’accesso:

  • diretta dalla Sala Parto dopo il periodo d’osservazione post partum
  • diretta dal Pronto Soccorso specialistico per condizioni cliniche d’urgenza
  • programmata attraverso l’attività ambulatoriale divisionale condotta  in regime non d’urgenza
  • ricovero programmato concordato con il Direttore dell’U.O. per pazienti giunte ad osservazione  presso le  strutture consultoriali o distrettuali o presso specialisti ginecologi operanti sul territorio.

 

Attività di degenza ginecologica:

È deputata all’assistenza di pazienti affette da patologie  riguardanti l’apparato genitale femminile, da patologie uroginecologiche e comprende il trattamento  chirurgico e medico in ambito  oncologico ginecologico (tumori della cervice, del corpo uterino, della vulva, della vagina, delle ovaie, placentari).

Modalità d’accesso:

  • diretta dal Pronto Soccorso specialistico per condizioni cliniche d’urgenza
  • programmata attraverso l’attività ambulatoriale divisionale condotta  in regime non d’urgenza
  • ricovero programmato concordato con il Direttore dell’U.O. per pazienti giunte ad osservazione  presso le  strutture consultoriali o distrettuali o presso specialisti ginecologi operanti sul territorio

 

Attività ambulatoriale

Si articola in diversi ambiti, con ambulatori dedicati ai singoli aspetti dell’assistenza in ambito ostetrico-ginecologico:

  • ambulatorio clinico ostetrico per le gravidanze fisiologiche
  • ambulatorio clinico ostetrico per le gravidanze definite “a rischio”, in quanto gravate da patologia
  • ambulatorio ecografico ostetrico e di diagnostica prenatale (ecografie del primo e del terzo trimestre, ecografie morfologiche, translucenza nucale, amniocentesi)
  • ambulatorio di cardiotocografia per il controllo delle gravidanze a rischio presso il termine e delle gravidanze fisiologiche oltre il termine
  • ambulatorio clinico ginecologico per le patologie dell’apparato genitale femminile
  • ambulatorio ecografico dedicato alla ginecologia
  • ambulatorio per la diagnosi ed il trattamento della patologia del  basso tratto genitale femminile, con competenze di secondo livello nell’ambito dello screening del cervicocarcinoma uterino
  • ambulatorio di fisiopatologia della riproduzione per la diagnosi ed il trattamento della sterilità di coppia che eroga trattamenti di 1° livello con risultati riferiti e certificati da ISS
  • ambulatorio di uroginecologia per la valutazione ed il trattamento  dei prolassi genitali e delle incontinenze urinarie in ambito femminile che dispone di diagnostica urodinamica  in sinergia con la U.O. di Urologia
  • ambulatorio di oncologia dedicato al controllo nel tempo delle pazienti oncologiche trattate presso la U.O o riferite dai Centri di eccellenza nazionali
  • ambulatorio clinico deputato ai controlli post-operatori

 

Note informative per partoanalgesia

I documenti necessari alla visita sono i seguenti:

  • Portare in fotocopia gli esami di PT-PTT-FIBRINOGENO- ANTITROMBINA III_ EMOCROMO
  • 1 ricetta del medico curante di famiglia per visita ostetrica con esenzione e che riporti le settimane di gestazione (34-36)
  • 1 ricetta del medico curante per visita anestesiologica in gravidanza

L’applicazione della legge 194/1978 è garantita tramite una procedura che prevede una relazione sinergica con i Consultori Familiari di Matera.

Per accedere ai servizi ambulatoriali il cittadino può di norma  rivolgersi al CUP regionale. Sono svolte esclusivamente sulla base di agende interne le attività dell’Ambulatorio gravidanze a rischio e le procedure invasive ( amniocentesi , isterosalpingografie , isteroscopie , urodinamica  etc ) ed i controlli postoperatori ed oncologici.

Pubblicato il venerdì 21 febbraio 2014
Aggiornato il giovedì 21 marzo 2019
Risultato
  • 3
(1126 valutazioni)